Stampa

Circolazione Stradale

Nulla osta transito gare sportive non motoristiche su strada

Obbligo catene a bordo - novità

Patente di guida

Nuova patente europea

Nuova patente europea - novità

 

Le competizioni sportive non motoristiche su strada, se svolte interamente nel Comune di Castelvenere  sono subordinate all'ottenimento di una autorizzazione

L'autorizzazione viene rilasciata, a seguito di presentazione della domanda, dopo il sopralluogo da parte della Polizia Municipale e con eventuali prescrizioni da osservare nello svolgimento della gara.

La domanda deve essere presentata almeno 15 giorni prima della data stabilita per lo svolgimento della gara.

Quando le gare si svolgono nel territorio di più Comuni l'autorizzazione  viene rilasciata dalla Regione.

La domanda, con il nulla osta di tutti i Comuni interessati al passaggio della competizione, dovrà essere inoltrata, almeno 30 giorni prima dello svolgimento della manifestazione, al Presidente della Giunta Regionale.

Requisiti:
Rappresentante della Società che organizza la competizione.

Documentazione:
Se svolte nel Comune di Castelvenere: 1) Domanda con allegata tabella di marcia.

Normativa

Art. 9 D. L.vo 30/4/1992 n°285 (codice della strada)

Dal 15 novembre 2011, a seguito delle modifiche apportate al codice della strada, i gestori di strade e autostrade hanno la possibilità di rendere obbligatorio, tramite ordinanza, i pneumatici invernali o la presenza di catene a bordo anche in assenza di neve.

Controlli
Gli organi di Polizia Stradale hanno il compito di verificare l'osservanza delle ordinanze nei periodi indicati dalle prescrizioni e di controllare la presenza a bordo del veicolo delle catene e la dotazione degli pneumatici invernali. In caso di mancanza viene applicata la sanzione pecuniaria prevista (da € 84 a € 318 euro).

Omologazione
Si ricorda che le catene e i pneumatici invernali devono essere omologate ai sensi di legge: le catene dovranno essere certificate con la nuova norma di sicurezza UNI 11313, che va a sostituire la vecchia DM 13.3.2002.
La nuova norma si applica, secondo codice della strada, ai veicoli di categoria M1 (veicoli per il trasporto passeggeri fino a otto posti più conducente),  N1 (veicoli per trasporto merce con massa non superiore a 3,5 tonnellate),  O1 (rimorchi con massa fino a 0,75 tonnellate) e  O2 (rimorchi con massa oltre le 0,75 tonnellate e fino a 3,5 tonnellate).
La norma prevede che le catene da neve debbano essere conformi alle nuove regole imposte, oppure il costruttore deve almeno garantire un livello di sicurezza ed efficacia equivalente.
Secondo il decreto legge, nel caso si facciano acquisti all’estero, la norma è compatibile con la ONORM V5117 del governo austriaco. Su tutte le catene da neve sarà obbligatorio apporre il marchio di conformità aggiornato alla UNI 11313.
Si specifica che fino al 31 marzo del 2013 sarà ancora possibile commerciare e acquistare catene con marchio DM 13.3.2002. Questa norma, comunque, verrà definitivamente abrogata a partire dal 1 aprile 2013, per allora sarà necessario aver esaurito tutte le scorte di catene risalenti alla precedente regolamentazione, dato che queste non potranno più essere vendute.


Il Comune di Castlevenere non ha, ad oggi, emesso alcuna ordinanza.

 

RILASCIO DELLA PATENTE DI GUIDA

La patente di guida è rilasciata dall’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile (MCTC). La patente si ottiene dopo aver superato due prove d’esame: teorico e pratico. Gli esami possono essere sostenuti dopo 1 mese dalla data di rilascio del cosiddetto “foglio rosa” (autorizzazione necessaria per esercitarsi alla guida ed ha validità 6 mesi).

RINNOVO DELLA PATENTE

Per la conferma di validità della patente bisogna sottoporsi a visita medica presso l’ASL.

Dal gennaio 2013 in applicazione alla nuova normativa sulla patente europea non è più obbligatorio l’aggiornamento della residenza sulla patente. Nonostante la mancanza di tale informazione la patente di guida rilasciata in Italia continuerà a mantenere, sul territorio nazionale, la natura di documento di identità personale.  

Rimarrà invece invariato l’invio di apposito adesivo,  riportante il nuovo indirizzo di residenza, ai fini dell’aggiornamento della carta di circolazione dei veicoli.

Per maggiori informazioni sulle procedure e sulle novità consultare il sito del Ministero dei Trasporti oppure il sito dell’ACI.

 

Per i cittadini residenti in uno Stato dell’Unione Europea non c’è obbligo di conversione della propria patente di guida. Tali cittadini hanno, pertanto, il diritto di utilizzare la propria patente per la circolazione sul territorio italiano senza limiti temporali purché la patente sia in corso di validità.

 

Il 19 gennaio 2013, in concomitanza con l’entrata in vigore della terza direttiva UE sulla patente di guida, verrà introdotta la patente di guida europea anche in Italia. Le nuove norme garantiranno ai conducenti dell’UE una maggiore libertà di movimento, rafforzeranno la sicurezza sulle strade europee e ridurranno le possibilità di frode.

1. Quali sono i benefici del nuovo sistema in Europa?

Oggi circolano in Europa più di 110 diversi modelli di patente di guida con abilitazioni e periodi di validità differenti. La nuova patente di guida europea permetterà di semplificare questo mosaico e faciliterà la mobilità dei conducenti all’interno dell’Europa. Periodi di validità armonizzati e norme sulle visite mediche garantiranno una maggiore certezza giuridica per molti europei che si trasferiscono in un altro Stato membro.
La patente di guida non solo dà accesso a tutti i tipi di veicoli in molti paesi dell’Unione europea ma può essere utilizzata anche come documento di identità. Per questo la protezione antifrode costituisce uno degli aspetti più sensibili: la nuova patente di guida è quasi impossibile da falsificare. Si appoggia a un sistema elettronico europeo di scambio di dati che faciliterà la gestione delle patenti di guida da parte delle amministrazioni e contribuirà a meglio individuare eventuali frodi.
Le norme sulle patenti di guida hanno inoltre un grande impatto sulla sicurezza stradale e permetteranno di migliorare la sicurezza sulle strade europee, dove si registrano annualmente più di 30.000 decessi. Le modifiche più significative riguardano i motocicli: introducendo l’accesso graduale ai motocicli per i giovani conducenti le nuove norme europee permetteranno di proteggere molto meglio questo gruppo vulnerabile di utenti della strada. Inoltre, per i conducenti di automobili come di motocicli, il nuovo documento dovrà essere rinnovato ogni 10-15 anni a seconda degli Stati membri, mentre le patenti per conducenti di autobus e autocarri saranno valide per cinque anni e per il loro rinnovo sarà necessaria una visita medica. Le norme in questione non modificheranno il diritto precedentemente acquisito di guidare un veicolo.

2. Quali sono i principali cambiamenti introdotti dalla nuova legislazione sulle patenti di guida?
Una nuova patente di guida europea in formato tessera. Per limitare il numero di differenti modelli di patenti in circolazione e proteggerli meglio dalle frodi, sarà eliminato il modello cartaceo di patente. L’unico modello europeo di patente di guida rilasciato sarà quello in plastica del tipo “carta di credito”, già utilizzato in numerosi paesi europei, che garantisce una protezione maggiore dalle contraffazioni. Le attuali patenti in formato cartaceo cesseranno di essere rilasciate a partire dall’entrata in vigore della nuova legislazione.
Introduzione dell’obbligo di rinnovo amministrativo per tutte le nuove patenti Il rinnovo amministrativo obbligatorio e periodico delle patenti di guida garantirà che tutti i documenti in circolazione possano essere aggiornati mediante le più innovative caratteristiche di sicurezza. Ridurre il numero di modelli di patente renderà più agevoli i controlli; e il rinnovo periodico garantirà che la fotografia del titolare riprodotta sulla
patente sia maggiormente riconoscibile.
Tutte le nuove patenti per ciclomotori, motocicli, automobili, tricicli e quadricicli avranno una durata amministrativa massima di 10 anni. Tutte le nuove patenti di guida per autocarri e autobus avranno una durata amministrativa massima di 5 anni. I conducenti titolari di patenti rilasciate prima dell’entrata in vigore della direttiva di cui trattasi saranno soggetti alle nuove regole sulla validità al più tardi entro il 19 gennaio 2033.

3. Quale impatto avrà sui conducenti la nuova legislazione sulle patenti di guida?

La nuova norma sul rinnovo obbligatorio e periodico della patente di guida rimuove gli ultimi residui ostacoli alla libera circolazione dei conducenti. Il principio fondamentale consiste nel fatto che tutte le patenti di guida rilasciate a partire dalla data di applicazione della nuova direttiva avranno la validità riportata sulla patente di guida stessa.
Prima della scadenza il titolare dovrà rinnovare la patente di guida nel paese dove risiede normalmente. A partire da tale data lo Stato membro di residenza applicherà il nuovo periodo di validità e avrà la facoltà di imporre una visita medica se essa è prevista per i suoi cittadini. Queste disposizioni, in conclusione, garantiranno la necessaria certezza giuridica ai titolari di patente di guida. 
Le patenti di guida rilasciate prima della data di applicazione dell’attuale direttiva, e che sono tuttora valide e in circolazione, dovranno essere sostituite da una nuova patente di guida entro al più tardi il 2033. Uno Stato membro potrà inoltre esigere che, due anni dopo aver preso la residenza sul suo territorio, il titolare di patente di guida rilasciata in un altro Stato membro senza i periodi di validità stabiliti dalla direttiva (ad esempio, con un periodo di validità indefinito) proceda al rinnovo della patente. Allo stesso tempo, la nuova patente di guida indicherà chiaramente il diritto a condurre un determinato tipo di veicolo, rendendone più facile l’individuazione da parte del titolare e delle autorità amministrative e di controllo.

Nuova patente europea - novità

Dal 15 novembre 2011, a seguito delle modifiche apportate al codice della strada, i gestori di strade e autostrade hanno la possibilità di rendere obbligatorio, tramite ordinanza, i pneumatici invernali o la presenza di catene a bordo anche in assenza di neve.

Controlli
Gli organi di Polizia Stradale hanno il compito di verificare l'osservanza delle ordinanze nei periodi indicati dalle prescrizioni e di controllare la presenza a bordo del veicolo delle catene e la dotazione degli pneumatici invernali. In caso di mancanza viene applicata la sanzione pecuniaria prevista (da € 84 a € 318 euro).

Omologazione
Si ricorda che le catene e i pneumatici invernali devono essere omologate ai sensi di legge: le catene dovranno essere certificate con la nuova norma di sicurezza UNI 11313, che va a sostituire la vecchia DM 13.3.2002.
La nuova norma si applica, secondo codice della strada, ai veicoli di categoria M1 (veicoli per il trasporto passeggeri fino a otto posti più conducente),  N1 (veicoli per trasporto merce con massa non superiore a 3,5 tonnellate),  O1 (rimorchi con massa fino a 0,75 tonnellate) e  O2 (rimorchi con massa oltre le 0,75 tonnellate e fino a 3,5 tonnellate).
La norma prevede che le catene da neve debbano essere conformi alle nuove regole imposte, oppure il costruttore deve almeno garantire un livello di sicurezza ed efficacia equivalente.
Secondo il decreto legge, nel caso si facciano acquisti all’estero, la norma è compatibile con la ONORM V5117 del governo austriaco. Su tutte le catene da neve sarà obbligatorio apporre il marchio di conformità aggiornato alla UNI 11313.
Si specifica che fino al 31 marzo del 2013 sarà ancora possibile commerciare e acquistare catene con marchio DM 13.3.2002. Questa norma, comunque, verrà definitivamente abrogata a partire dal 1 aprile 2013, per allora sarà necessario aver esaurito tutte le scorte di catene risalenti alla precedente regolamentazione, dato che queste non potranno più essere vendute.


Il Comune di Castlevenere non ha, ad oggi, emesso alcuna ordinanza.